Monti impone ai suoi ministri il silenzio stampa

29 dicembre 2011 10:370 commenti

Nessuno sa ancora niente sulla fase 2, infatti in queste ore non è trapelata nessuna indiscrezione tanto che il titolare della Cooperazione e integrazione Andrea Riccardi durante una conferenza stampa ha glissato ogni domanda dei giornalisti affermando che sarà solo Monti ha illustrare tutti i dettagli di questa chiacchieratissima manovra. Sarà quindi il Presidente del Consiglio oggi in conferenza stampa a dissipare ogni dubbio dopo i vari strafalcioni del ministro dell’Ambiente Corrado Clini che a poche ore dalla nomina riaprì al nucleare e del ministro Elsa Fornero che parlò dell’articolo 18.

Nessuno sa se questa disposizione al silenzio sia un modo strategico per tirare fuori all’ultimo minuto un asso dalla manica oppure se è stato un modo per tutelare il Governo, visto che il nuovo Premier è stato preso di mira anche da alcuni suoi colleghi professori che hanno giudicato la sua politica recessiva e poco equa. L’unica cosa certa è che Monti ha chiesto a tutti i suoi ministri il massimo impegno e di lavorare anche durante le festività per calibrare le iniziative con scadenza trimestrale senza tralasciare gli impegni internazionali.

Monti vuole puntare alla crescita favorendo lo sviluppo economico attraverso il controverso argomento delle liberalizzazioni di trasporti pubblici, servizi postali, taxi e farmacie che purtroppo irritano alcuni partiti. Il Presidente del Consiglio sta mettendoci molto impegno per risollevare il paese, infatti ieri si sono ottenuti buoni risultati con l’asta dei Bot semestrali ma la situazione resta critica visto che gli spread sono a livelli altissimi e oggi l’asta dei Btb è contemporanea alla conferenza stampa.

Tags:

Lascia una risposta