Monti si dimette

9 dicembre 2012 13:560 commenti

Era nell’aria. Ci si chiedeva da tempo “Berlusconi Stacca la spina al governo Monti?”. Era nell’aria il rischio della caduta del Governo.

21 e 30 di sabato 8 dicembre: colpo di scena! Un’Immacolata decisione. Mario Monti, dopo due ore di colloquio al Quirinale con il capo dello Stato ha dichiarato che intende rassegnare le dimissioni. Succederà dopo l’approvazione della Legge di Stabilità.

Ecco cosa ha detto Monti durante l’incontro con Napolitano: “Non ci sto a galleggiare, a questo punto sono io che decido quando chiudere l’esperienza di questo governo. Non ci sto a considerare che quanto successo non comporta delle conseguenze, la decisione del Pdl lede la mia persona e il mio governo”.

 C’è aria di voto anticipato con Berlusconi che preme

La sfiducia del Pdl, di fatto, fa crollare il Governo Tecnico. Una nota diffusa dal Quirinale precisa che “Per il presidente del Consiglio, la dichiarazione resa ieri in Parlamento dal Segretario del PdL Angelino Alfano costituisce, nella sostanza, un giudizio di categorica sfiducia nei confronti del Governo e della sua linea di azione. Monti accerterà quanto prima se le forze politiche siano pronte a concorrere all’approvazione in tempi brevi delle leggi di stabilità e di bilancio, per evitare l’aggravarsi delle crisi con l’esercizio provvisorio. Subito dopo il Presidente del Consiglio provvederà, sentito il Consiglio dei Ministri, a formalizzare le sue irrevocabili dimissioni nelle mani del Capo dello Stato”.

Ed ora? Si vota a febbraio? Probabilmente si. Probabilmente, inoltre, Monti si candiderà. Fonti sicure dicono che il ‘Professore’ starebbe addirittura pensando ad una sua possibile discesa in campo. In breve tempo potrebbe imbastire la sua squadra di Governo e proporsi come alternativa politica a Bersani e Silvio Berlusconi, il cui ritorno ha diviso il Pdl.

Ecco cosa ha detto Monti durante l’incontro con Napolitano: “Non ci sto a galleggiare, a questo punto sono io che decido quando chiudere l’esperienza di questo governo. Non ci sto a considerare che quanto successo non comporta delle conseguenze, la decisione del Pdl lede la mia persona e il mio governo”.

Tags:

Lascia una risposta