Morto Luigi Spaventa

6 gennaio 2013 22:000 commenti

Si è spento a Roma l’economista Luigi Spaventa. Nato proprio nella Capitale il 5 marzo del 1934, Spaventa aveva ricoperto il ruolo di Ministro del Bilancio e della programmazione economica all’interno del governo Ciampi dall’aprile ’93 al maggio ’94.

L’amicizia con Napolitano

Spaventa era un caro amico del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che appresa la triste notizia ha inviato un messaggio di cordoglio alla famiglia: “Profondamente addolorato per la perdita di un amico dei più cari, rendo omaggio alla memoria dello studioso e dell’uomo pubblico che ha come pochi altri negli scorsi decenni lasciato un’impronta inconfondibile nello sviluppo delle conoscenze economiche e nell’esercizio di responsabilità rilevanti per il progresso civile e culturale del paese. E’ stato docente universitario esemplare, maestro di brillanti economisti di diverse generazioni, protagonista sapiente del dibattito internazionale sui problemi dell’economia, parlamentare e ministro di alto livello e assoluto rigore, titolare impeccabile di incarichi delicati come quello di presidente della Consob. E resta egualmente indimenticabile il suo fervore umano, la ricchezza dei suoi interessi culturali, l’equanimità sempre mostrata nei giudizi sui fatti e sulle persone, la generosità della sua amicizia. Alla moglie e ai figli le mie più commosse condoglianze”.

Commosso anche il saluto di Veltroni, secondo il quale l’Italia perde un grande protagonista. Per l’ex primo cittadino romano, Luigi Spaventa era “Un uomo colto, severo, coraggioso e indipendente capace di difendere le sue ide e, insieme, di essere al servizio del suo Paese. Spaventa da studioso impegnato in politica ha svolto ruoli importanti in momenti difficili: lo ricordo ministro economico nel governo Ciampi tra il ’93 3 il ’94 quando l’Italia seppe superare con misure drastiche ed eque una crisi drammatica che investiva insieme l’economia e la stesa tenuta democratica”.

Tags:

Lascia una risposta