Morto pilota elicottero precipitato a Londra

16 gennaio 2013 14:580 commenti

Sono due i morti in seguito all’incidente dell’elicottero precipitato nel centro di Londra questa mattina, vero le ore otto locali. Il velivolo (un Agusta Westland AW109) si è schiantato nella zona di Vauxhall,  sud del Tamigi, in seguito ad  una collisione con la gru del St. George Wharf, (un nuovo complesso commerciale e residenziale in costruzione) . Il velivolo si è scontrato con la gru sulla cima della St. George Tower, che è un grattacielo residenziale alto 181 metri, ed è poi precipitato in fiamme.

A causa di questo tragico accadimento perde la vita il pilota dell’elicottero, l’unico a bordo del velivolo al momento dell’impatto. Impatto che ha fatto inoltre perdere la vista a un passante e ha ferito una dozzina di persone (una in modo grave). Precipitando sul suolo, l’elicottero ha inoltre distrutto diverse automobili ferme sul ciglio della strada.

I detriti causati dall’urto sono finiti sulle facciate degli edifici adiacenti che sono stati evacuati. Come se non bastasse, i pompieri hanno dichiarato che il residuo del telaio della gru è traballante. Testimoni oculari hanno detto a Scotland Yard, accorsa sul luogo pochi minuti dopo il brutto impatto, che l’elicottero volava insolitamente basso. L’inchiesta aperta dall’aviazione civile, che ha già messo agli atti le precarie condizioni di visibilità a causa della fitta nebbia e le nuvole basse, dovrà essere in grado ricostruire la dinamica dell’incidente chiarendo se l’elicottero rispettava le norme per il sorvolo del centro città e se la gru era dotata dell’apposita illuminazione.

 

Tags:

Lascia una risposta