Naufragio al Giglio, trovato un altro cadavere

16 gennaio 2012 08:080 commenti

Con il passare del tempo si aggrava inesorabilmente il bilancio delle vittime del naufragio nei pressi  dell’Isola del Giglio, è di poche ore fa infatti, la notizia del ritrovamento di un altro  cadavere di un uomo, questo fa salire a sei il numero delle persone che hanno tragicamente perso la vita in questo incidente.

Il corpo si trovava sul secondo ponte, in una zona non invasa dall’acqua, mentre sempre nella stessa giornata sono stati portati in salvo una coppia di coreani e il commissario capo di bordo Manrico Giampetroni.

Il presidente della Provincia di Grosseto, Leonardo Marras precisa che è stato allestito un campo, nella scuola di Giglio Porto per il soggiorno dei soccorritori, in previsione che le ricerche andranno avanti ad oltranza anche nelle prossime ore, le squadre sommozzatori della Guardia costiera e sub speleologi dei Vigili del fuoco stanno perlustrando tulle le 1.500 cabine, nonostante le condizioni molto critiche, l’interno della nave infatti, è interamente sommersa dai suppellettili (sedie, tavoli, stoviglie) che si sono ammassati a seguito dell’inclinazione  della nave. Dopo il ritrovamento dell’ultima vittima mancano all’appello ancora 16 persone.

Il comandante della Guardia Costiera spiega che si fa sempre più probabile l’ipotesi di un improvviso inabissamento della nave, mentre si aggrava la posizione del Capitano Francesco Schettino, accusato dalle autorità di omicidio plurimo, disastro e abbandono della nave. Anche Costa Crociere prende le distanze da Schettino, infatti è stata emessa una nota in cui si parla di “gravi errori del comandante” e dove si spiega che molto probabilmente non sono state eseguite tutte le procedure standard di sicurezza mettendo a rischio la vita dei turisti e dell’intero equipaggio.

Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta