Negata polizza assicurativa perché meridionale

10 febbraio 2012 14:431 commento

Un 26enne di origini pugliesi, attualmente residente nel Veneto, si è visto negare la possibilità di stipulare una polizza assicurativa perché meridionale, così ha deciso di segnalare l’episodio ai carabinieri. La notizia ha scatenato un polverone, infatti al momento l’azienda, tale Itas Assicurazioni ha deciso di non commentare l’accaduto avviando un’indagine interna per capire meglio il motivo del rifiuto.

Il ragazzo ha raccontato che la motivazione data dai dipendenti del gruppo assicurativo è stata:”Abbiamo avuto brutte esperienze” dopo aver chiesto un preventivo di una polizza per la propria auto, una Toyota Yaris 1.400. Durante il colloquio la dipendente ha chiesto al cuoco alcune informazioni generiche, come per esempio la città d’origine, il lavoro svolto e da quanto tempo si trovava stabilmente nel Veneto per poi sentenziare che non sarebbe stato possibile fare un’assicurazione secondo le disposizioni dell’agenzia, la quale ha subito diverse truffe da parte di meridionali.


Il giovane spiega che l’incaricata si è trovata in totale imbarazzo, infatti gli ha spiegato che nonostante suo marito fosse campano lei doveva rispettare gli ordini impartiti dai suoi superiori e che non avrebbe potuto fare eccezioni. La donna ha raccontato che potevano essere assicurati solo meridionali residenti nel Veneto da almeno sette anni oppure persone appartenenti alle forze dell’ordine, come carabinieri o militari. Il ragazzo terminata la conversazione si è recato presso la stazione dei carabinieri più vicina per denunciare la discriminazione e la notizia ha fatto immediatamente il giro dei quotidiani e del web suscitando un vero e proprio caso mediatico.






Tags:

1 commento

Lascia una risposta