Negli Stati Uniti la vendita di armi e in crescita

3 gennaio 2013 00:330 commentiDi:

 

Negli Stati Uniti si registra uno strano fenomeno. Più ci sono eventi traumatici come quello di Newtown, dovuti all’eccessiva facilità di accedere alle armi, più la vendita delle stesse armi aumenta. È come se gli americani siano spinti dalla paura di essere colpiti e quindi comprano le armi per difendersi. Le armi però sono anche quelle che offendono e l’eccessiva disponibilità spiega alcune delle più incredibili stragi effettuate da giovani, evidentemente disturbati, nelle scuole.

A quasi un mese dalle strage del Connecticut la vendita di armi negli Stati Uniti ha fatto registrare un aumento molto grande del 49% rispetto all’anno scorso. Questo dato si spiega anche con il fatto che il Presidente degli Stati Uniti Obama ha affermato che proporrà una legge per limitare l’acquisto delle armi che negli Stati Uniti è molto facile. Le domande del porto d’armi all’Fbi sono aumentate e molti americani cercano di garantirsi un’arma prima che la legge renda più difficile procurarsele.

Allo stato attuale negli Stati Uniti avere un’arma legale è una formalità. E il rischio che un familiare o un amico, magari delinquente o che ha qualche disturbo, utilizzi un’arma che trova in casa per fare una strage si può sempre correre.

Tags:

Lascia una risposta