Nuove buste esplosive per Equitalia

9 gennaio 2012 16:470 commenti

Stracquadanio definisce Equitalia il pizzo di Stato e le persone sembrano approvare in pieno il suo pensiero, infatti nel corso di questa giornata è stata recapitata una busta contenente materiale esplosivo alla sede di Roma, una lettera sospetta alla sede di Casamicciola (Ischia) e in Sardegna un gruppo di manifestanti hanno occupato un intero piano del palazzo della Regione.

La busta “romana” era indirizzata al direttore della sede sul Lungotevere Flaminio e conteneva polvere da sparo e un pezzo di corda che fuoriusciva dalla busta, infatti sono intervenuti immediatamente gli agenti del commissariato di Villa Glori e gli artificieri, mentre a Cagliari il “popolo delle partite Iva anti-Equitalia” ha occupato il nono piano del palazzo della Regione come simbolo di protesta.

Nell’ultimo caso citato si è trattato di una manifestazione pacifica, anche se il segretario della Confederazione Sindacale Sarda, Giacomo Meloni ha spiegato che Equitalia non agisce in modo “pulito” , infatti i sequestri di case e aziende sono da considerare veri e propri abusi di potere che denigrano la dignità  dei cittadini e dei lavoratori. Lo stesso Meloni ha deciso di aderire alla protesta per sensibilizzare l’opinione pubblica e per convincere la Giunta e il presidente Cappellacci di far sparire una volta per tutte Equitalia dall’isola facendo riferimento all’articolo 51 dello Statuto, che prevede la sospensione di tutte le leggi dello Stato in materia finanziaria manifestamente dannose per la Sardegna.







Tags:

Lascia una risposta