Nuovi arrestati e indagati nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse

28 maggio 2012 09:200 commenti

Stamane alle ore 6:25 hanno varcato il portone del centro tecnico federale a Coverciano due macchine con cinque agenti della Polizia per eseguire perquisizioni nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse condotta dalla procura di Cremona. Destinatario di tali perquisizioni, stando alle prime informazioni divulgate, sarebbe Domenico Criscito, accusato di associazione a delinquere finalizzata alla frode e alla truffa sportiva e al quale gli agenti hanno consegnato l’avviso di garanzia. Il blitz della Polizia, ricordiamo, è giunto a poche ore dalla comunicazione della lista dei 23 azzurri convocati per Euro 2012, attesa per oggi in tarda mattinata.  A questo punto è evidente che sulle scelte di Prandelli peserà anche l’avviso di garanzia consegnato questa mattina a Coverciano.

ANTONIO CONTE COINVOLTO NEL CALCIO SCOMMESSE


Ma questa non è l’unica novità riguardante l’inchiesta cremonese arrivata nel corso delle ultime ore.  Perquisizioni sono state compiute dalla polizia anche nei confronti dell’allenatore della Juventus, Antonio Conte, che allo stesso modo sarebbe indagato per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva.

ANTONIO CONTE SI INFURIA CONTRO GLI ARBITRI

Secondo quanto appreso dall’Ansa da fonti qualificate, nell’ambito della stessa inchiesta sarebbero invece stati arrestati il capitano della Lazio, Stefano Mauri, e l’ex giocatore del Genoa, ora al Padova, Omar Milanetto. Nei confronti di entrambi sarebbe contestato il reato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva. Gli investigatori, infatti, avrebbero scoperto che sia Mauri sia Milanetto erano disponibili a combinare gli incontri delle loro rispettive squadre verso un corrispettivo in denaro. I due, inoltre, avevano contatti con alcuni esponenti dell’organizzazione criminale.






Tags:

Lascia una risposta