Nuovo processo per Maradona

11 gennaio 2012 10:510 commenti

Ripartirà domani il processo per evasione fiscale a carico di Diego Armando Maradona, visto che la precedente udienza è stata annullata perché uno dei giudici del precedente collegio era il padre di un avvocato di Equitalia e quindi incompatibile nelle controversie di tale società. Secondo le prime indiscrezioni il campione argentino avrebbe evaso allo Stato un’ingente somma di denaro e per questo motivo sarebbe stato condannato a pagare 38 milioni di euro dal Fisco.


L’avvocato di Maradona però non sembra essere d’accordo con la pena, infatti sostiene che le richieste dello Stato sono da considerarsi del tutto infondate dal momento che poggiano “su una sequela impressionante di anomalie e irregolarità commesse negli anni dalle varie società di riscossione poi fusesi in Equitalia Sud“. Sempre secondo il Dott Pisani El Pibe de Oro sarebbe una povera vittima del sistema e che la cifra da pagare è lievitata a causa di spese, sanzioni e interessi approvati da legge obsolete e sbagliate, che per questo dovrebbero essere abrogate.

L’avvocato si prepara così a sostenere un processo davanti alla Commissione Tributaria di Napoli in cui sosterrà che se nel lontano 1988 il suo assistito avesse ricevuto una regolare notifica della cartella esattoriale avrebbe potuto dimostrare senza alcun problema che tutte le pretese del Fisco erano totalmente infondate e assurde. L’avvocato inoltre non riesce ancora a capire la richiesta di Equitalia di pagare 30 milioni di euro in più rispetto all’antica richiesta di 8 milioni di euro inviata al campione nel 1999.






Tags:

Lascia una risposta