Obama resta alla Casa Bianca

7 novembre 2012 05:200 commenti

Alla fine ce l’ha fatta. Barack Hussein Obama è stato rieletto presidente degli Stati Uniti. L’Ohio è suo: per la vittoria erano necessari almeno 270 voti elettorali, Obama ne ha ottenuti undici di più, contro i 201 del suo avversario repubblicano Mitt Romney.

In tutti quelli che erano considerati gli altri “Stati chiave” (New Hampshire, Iowa e Wisconsin) si è rivelata una sfida all’ultimo voto. Eppure, al momento, a giochi appena fatti ma a conteggi ancora in corso, persino in Florida, roccaforte repubblicana, il presidente è in vantaggio.


Attese febbrili, file interminabili, molti guasti, rabbiose proteste e ricorsi già pronti. Ma Chicago, quartier generale democratico, è in festa. La Casa Bianca resta a lui, l’uomo convinto che l’America potesse cambiare il mondo (“Yes We Can”) e che invece si è ritrovato avvolto da una delle più pesanti crisi mondiali che l’economia abbia mai attraversato.

Gli toccherà governare con un Congresso ancora spaccato: ai repubblicani la Camera, ai democratici il Senato. Il Paese è diviso, ma il trono resta suo. Sarà la sua rivincita. E la sua rivendicazione parte anche stavolta dal web.

Four more years”, scrive su Twitter. Lo sconfitto Romney, invece, resta in silenzio.

Altri quattro anni per sperare di poter cambiare le sorti di un pianeta allo sbando. Buon viaggio e buona fortuna, Mr. President.






Tags:

Lascia una risposta