Omicidio di via Muratori a Milano ad opera di italiani

14 settembre 2012 09:300 commenti

Il quadro dell’agguato che lo scorso lunedì ha portato all’uccisione dell’imprenditore Massimiliano Spelta e di sua moglie Carolina Payano inizia a diventare più chiaro. Secondo quanto riportato dalle ultime indiscrezioni di stampa, gli inquirenti avrebbero individuato in un commando di 4-5 persone, tutte italiane, i responsabili del duplice omicidio di via Muratori.

In particolare, l’imprenditore avrebbe accumulato una serie di debiti di ammontare piuttosto elevato e per poterli ripagare avrebbe iniziato a collaborare con un’organizzazione criminale facendo da corriere tra Milano e Santo Domingo. Ma a quanto pare a Carolina tutto questo non piaceva e faceva continue pressioni a suo marito affinché abbandonasse il giro, motivo per il quale i membri dell’organizzazione temevano che i due potesse definitivamente fuggire all’estero.


Secondo le indiscrezioni, ad agire sarebbero stati non solo i due uomini in scooter che hanno sparato, ma anche altri tre. Due di questi aspettavano nella via contigua con una macchina mentre un altro era a piedi. Una volta compiuto l’omicidio i due in scooter sarebbero scappati con l’auto e avrebbero lasciato all’uomo a piedi lo scooter.

La ricostruzione coincide con le dichiarazioni della madre di Carolina, che nei giorni scorsi ha chiesto l’affidamento di sua nipote e ha spiegato che sua figlia era preoccupata e voleva tornare al suo Paese, nonché con il ritrovamento di un sacchetto di cocaina nella casa dei due coniugi.






Tags:

Lascia una risposta