Home / News / Omicidio Sarah, oggi incidente probatorio Sabrina faccia a faccia con Michele

Omicidio Sarah, oggi incidente probatorio Sabrina faccia a faccia con Michele

Non si conoscono ancora le motivazioni per le quali il Tribunale del Riesame ha deciso di negare la scarcerazione di Sabrina Misseri in carcere, da quando è stata accusata dal padre Michele dell’omicidio di Sarah Scazzi,  morta il 26 agosto scorso.

Oggi, alle ore 12,  è atteso l’incidente probatorio di Michele Misseri, anche lui detenuto nel carcere di Taranto, quale reo confesso dell’assassinio della giovane quindicenne di Avetrana, addossando poi la piena responsabilità alla figlia Sabrina, di quel crudele  delitto, autoaccusandosi solo dell’occultamento del cadavere. 

Dopo circa un mese e mezzo, Michele Misseri e sua figlia Sabrina si troveranno faccia a faccia, solo pochi metri li divideranno, Sabrina assisterà,  da dietro un vetro, alle dichiarazioni del padre. 

Probabilmente non si vedranno, ma la sola presenza potrà scatenare nuovi colpi di scena, sostengono i difensori di entrambe le parti. 

Michele teme questo incontro anche se non vedrà direttamente sua figlia negli occhi,  Sabrina, invece, lo sta implorando dal giorno del suo arresto. 

Daniele Galoppa, il difensore del Misseri ha chiesto al gip del Tribunale di Taranto, garanzie su questo incontro, teme pressioni psicologiche che potrebbero condizionare il suo assistito.

Oggi il Misseri, sarà sottoposto a domande incrociate, sia dagli avvocati delle parti, sia dal pubblico ministero. Le sue dichiarazioni avranno prova processuale.