Operaio di 29 anni morto all’Ilva di Taranto

30 ottobre 2012 12:330 commenti

Un operaio di 29 anni, Claudio Marsella, originario di Mesagne ma residente a Oria, è deceduto a causa di un incidente avvenuto nell’area portuale dell’Ilva di Taranto.

Il lavoratore era addetto al movimento ferroviario e, stando alle prime informazioni trapelate, sarebbe rimasto schiacciato durante le operazioni di aggancio di un carro ferroviario. L’uomo è stato immediatamente soccorso dai colleghi, ma le sue condizioni sono apparse da subito preoccupanti a causa delle lesioni al torace. Marsella è morto poco dopo l’arrivo in ospedale. Subito dopo l’incidente i sindacati hanno proclamato uno sciopero.

L’incidente è avvenuto intorno alle 8:45 di questa mattina. La Direzione aziendale ha espresso piena vicinanza ai parenti della vittima e ha deciso di sospendere le attività dello stabilimento relative al primo turno in segno di cordoglio.

La morte del giovane operaio ha riportato alla mente degli altri lavoratori l’incidente avvenuto nello stesso stabilimento nel 2008, quando Jan Zygmunt Paurovicz, operaio polacco di 54 anni, precipitò da un ponteggio costruito nell’altoforno 4 quando mancavano solo pochi minuti alla fine del suo turno. Anche in quella occasione furono i compagni di lavoro a prestare i primi soccorsi, ma le gravi ferite riportate alla testa si rivelarono fatali.

Tags:

Lascia una risposta