Pagamenti obbligatori con bancomat slittano al 2014

13 settembre 2012 10:090 commenti

L’ultima versione della bozza del secondo decreto sviluppo contiene alcune importanti novità. Anzitutto, l’obbligo per i commercianti e i professionisti di accettare pagamenti esclusivamente tramite bancomat o carta di credito slitta al 1° gennaio 2014, mentre nella precedente versione del testo tale obbligo era previsto a partire dal 1° gennaio 2013.  Inoltre, nella nuova versione del testo scompare il limite di 50 euro oltre il quale non possono essere effettuati pagamenti in contanti, questo lascerebbe quindi intendere che bisognerà pagare con moneta elettronica qualunque acquisto, anche avente un importo irrisorio. Al riguardo, tuttavia, sono attesi ulteriori chiarimenti attraverso nuove modifiche al testo o successivi provvedimenti.


Oltre a quelle riguardanti l’obbligo di pagamento con bancomat o carta di credito, il nuovo testo contiene anche altre importanti novità. Tra queste figura l’eliminazione del cosiddetto tacito rinnovo delle assicurazioni auto, in quanto tali polizze non potranno avere durata superiore ad un anno e non potranno essere rinnovate automaticamente senza esplicito consenso dell’interessato.

Altre novità riguardano lo stanziamento di 150 milioni nel 2013 per il completamento del “Piano Nazionale Banda Larga”; la detrazione, per gli anni 2013, 2014 e 2015, dall’imposta lorda sul reddito delle persone fisiche di un importo pari al 19% della somma investita nel capitale sociale di una o più start-up innovative; uno sconto fiscale per favorire lo sviluppo del settore dell’e-commerce; il credito di imposta per favorire la realizzazione delle infrastrutture con un limite massimo pari al 50% del costo dell’investimento.






Tags:

Lascia una risposta