La Palestina entra all’Onu come Stato osservatore

30 novembre 2012 16:500 commentiDi:

Il riconoscimento dello Stato palestinese e la pace in Medio Oriente, con due Stati legittimi e riconosciuti, sembra un sogno e in effetti è ancora lontano dalla realtà.

Oggi, però, forse un passo in questo senso lo si è compiuto. Un passo forse simbolico, ma sempre un passo avanti è.

La risoluzione dell’Onu per il riconoscimento dell’Autorità presieduta da Abu Mazen Stato osservatore non membro è stata votata. I si sono stati 138, i no 9 e gli astenuti 41. Tra i favorevoli anche l’Italia, mentre gli Stati Uniti hanno espresso voto contrario.

È quindi una sorta di riconoscimento indiretto alla Palestina è stato dato con questa votazione, visto anche che l’Autorità potrà accedere a diverse Agenzie dell’Onu come la Corte Penale Internazionale. Il ruolo è di osservatore e non prevede voto.

Per Abu Mazen la decisione va nella direzione della pace. Poi ha criticato Israele per gli attacchi. Critiche invece sono state espresse dall’ambasciatore israeliano all’Onu Ron Prosor. Anche Hillary Clinton ha criticato la risoluzione affermando che “ostacola la pace”.

L’ambasciatore italiano Ragaglini ha spiegato i motivi che hanno portato l’Italia a votare la risoluzione. Motivi che si basano sulle assicurazioni di Abu Mazen sulla ripresa dei negoziati e sul fatto che rinuncerà ad aderire a istituzioni come la Corte Penale Internazionale.

Tags:

Lascia una risposta