Pediatra arrestato per abuso sessuale sui bambini

15 giugno 2011 09:170 commentiDi:

Domenico Mattiello, pediatra molto noto nella città di Vicenza, ex consigliere regionale per il Veneto della Finmp (Federazione italiana nazionale medici pediatri), è stato arrestato in flagranza di reato con un’accusa pesantissima: violenza sessuale aggravata su minore.

Una vicenda agghiacciante, che è venuta alla luce ieri, quando il Mattiello, consulente anche in alcuni asili, è stato arrestato mentre nel suo studio stava molestando una bimba di tre anni durante una visita.

L’intervento delle forze dell’ordine è avvenuto grazie alla presenza di una telecamera nascosta all’interno del suo studio in viale della Pace.

Gli agenti seguivano le fasi della visita sulla piccola grazie al collegamento video, autorizzata dal gip, quando ciò che hanno visto li ha costretti ad intervenire.

Gli inquirenti stavano già indagando sull’uomo in seguito alle segnalazioni di alcuni genitori e insegnanti degli asili vicentini, dove lo “pseudo” pediatra si recava quale consulente, per effettuare le periodiche visite mediche.


E proprio i sospetti di alcune maestre, colpite dagli strani comportamenti dei bambini reduci dalle visite del pediatra, che hanno trasmesso i primi imput.

Le insegnanti hanno, quindi, avuto un confronto con i  genitori dei bimbi, dal quale è emerso che alcuni bambini diventavano irrequieti prima delle visite pediatriche in asilo, fino al punto di intimorirsi. Una paura che cresceva nei  piccoli, quando veniva comunicato a loro che quel giorno all’asilo ci sarebbe stato il dottore, che era soltanto una visita come tante.

I tremendi sospetti, le voci trasmesse da un genitore all’altro, gli episodi che si ripetono e si infittiscono, fino a quando il personale scolastico decide di rivolgersi alle forze dell’ordine, che hanno dato il via agli accertamenti.

Gli investigatori hanno installato così alcune telecamere nascoste e strumenti per intercettazioni ambientali, presso gli asili dove prestava servizio il Mattiello e nel suo stesso studio. Grazie a tali sistemi, gli inquirenti hanno potuto sorprendere il comportamento dell’orco durante una visita su una piccola paziente, che è iniziata normalmente, poi, piano piano, sono iniziate le molestie.

Immagini come un pugno allo stomaco, impossibile aspettare ancora. Gli agenti hanno fatto irruzione ed hanno bloccato il pediatra cogliendolo in flagranza di reato mentre le telecamere avevano immortalato tutta la scena.

Ammanettato è stato trasferito prima in questura poi direttamente al carcere vicentino.

Ultimo aggiornamento 15 giugno 2011 ore 11,20






Tags:

Lascia una risposta