Le polemiche su Odifreddi e la sua equiparazione Israele-Nazismo

21 novembre 2012 14:410 commentiDi:

Molte polemiche ha suscitato il post scritto dal professor Odifreddi sull’attacco di Israele a Gaza. Il post doveva essere pubblicato sul blog gestito dallo stesso Odifreddi su Repubblica, ma l’editore lo ha bocciato decidendo di non pubblicarlo. Odifreddi ha deciso così di chiudere il suo blog.
Ieri, intervistato a “La zanzara” di Cruciani e Parenzo, Odifreddi ha confermato quanto scritto affermando di essersi basato su un calcolo matematico, essendo lui un professore di matematica.
Ecco alcuni passi del posto incriminato:


“In questi giorni si sta compiendo in Israele l’ennesima replica della logica nazista delle Fosse Ardeatine. Con la scusa di contrastare gli “atti terroristici” della resistenza palestinese contro gli occupanti israeliani, il governo Netanyahu sta bombardando la striscia di Gaza e si appresta a invaderla con decine di migliaia di truppe.”

L’equiparazione dell’azione di Israele con la logica nazista ha destato sconcerto. Odifreddi ha basato il suo post su un calcolo matematico, che ha generato polemiche e appunto il blocco dello stesso:

“Durante l’operazione Piombo Fuso di fine 2008 e inizio 2009, infatti, compiuta con le stesse scuse e gli stessi fini, sono stati uccisi almeno 1400 palestinesi, secondo il rapporto delle Nazioni Unite, a fronte dei 15 morti israeliani provocati in otto anni (!) dai razzi di Hamas. Un rapporto di circa 241 cento a uno, dunque: dieci volte superiore a quello della strage delle Fosse Ardeatine. Naturalmente, l’eccidio di quattro anni fa non è che uno dei tanti perpetrati dal governo e dall’esercito di occupazione israeliani nei territori palestinesi”.

Il professor Odifreddi ci ha abituato a interventi e scritti polemici, ma forse in questo caso la sua provocazione è stata un po’ eccessiva.

 






Tags:

Lascia una risposta