Ponte primo maggio

30 aprile 2013 18:400 commenti

VACANZE MONTAGNA 04

Saranno circa 5,6 milioni gli italiani che si mobiliteranno in occasione del ‘ponte’ del primo maggio. Rispetto al ponte della settimana scorsa, quello in occasione del 25 aprile, parliamo di un dato in crescita di 1,3 milioni di persone. Tuttavia, rispetto al ‘ponte’ dello scorso anno dobbiamo registrare una perdita della domanda dell’8,7 per cento. I dati sono riportati dal presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, successivamente ad un’indagine effettuata da ACS Marketing Solutions dal 15 al 19 aprile.

5,6 milioni in partenza, mentre il 93,4 per cento degli italiani resterà in Italia (contro il 93,9 per cento del 2012). Il 5,3 per cento si recherà all’estero (erano il 5,4 per cento l’anno scorso) privilegiando nella maggioranza dei casi le più importanti capitali d’Europa Chi invece rimarrà in Italia ha scelto il mare come meta più ambita. Seguono le città d’arte e le località montane.

L’albergo si configura come la forma prediletta per questo periodo di soggiorno. C’è chi però si appoggerà in casa di parenti o di amici o presso case di proprietà.

La spesa media a testa, inclusi trasporti, cibo, alloggio e divertimenti, si attesterà sui 255 euro (stabile rispetto al 2012): per l’esattezza, la spesa pro-capite è 247 euro per chi resterà in Italia e 450 euro per chi si recherà all’estero. Cifre che creano un giro d’affari pari a circa 1,4 miliardi di euro (con una flessione del 12,5 per cento rispetto al 2012) ed una durata media della vacanza di 2,5 notti (contro 2,6 notti nel 2012).

Si registra, dunque, una minima flessione in linea con la crisi. Sconfiggerla è un obiettivo del nuovo esecutivo.

Tags:

Lascia una risposta