Processo Ruby: chiesti 7 anni per Fede, Mora e Minetti

31 maggio 2013 18:530 commenti

Berlusconi e Ruby

Potremmo essere a una svolta nel processo che vede coinvolta Ruby Rubacuori e che da anni tiene banco sui giornali italiani. Questa mattina il Pubblico ministero di Milano Antonio Sangermano, prima di arrivare ad alcune conclusioni, ha voluto ricostruire l’inizio dell’inquisitoria: “Abbiamo ricevuto una macroscopica notizia di reato, inerente ad una ragazza minorenne che girava per le strade di Milano con pacchi di denaro, che frequentava alberghi di lusso, che viveva con una prostituta e andava a casa di un uomo ricco e potente da cui diceva di ricevere denaro dopo essere fuggita da una comunità”.


Sangermano ha aggiunto che era dovere della Procura indagare. Tapparsi le orecchie e il naso era impossibile.

In definitiva, la procura di Milano ha fatto richiesta di condanna a sette anni di reclusione ciascuno per Lele Mora, Emilio Fede e Nicole Minetti. Il capo d’accusa è induzione e favoreggiamento della prostituzione, anche minorile in relazione al caso Ruby. Oltre a 7 anni di carcere e 35 mila euro di multa per ciascuno, il procuratore aggiunto Piero Forno e il pm Antonio Sangermano hanno fatto richiesta per l’interdizione perpetua dai pubblici uffici, dalle scuole e dai servizi che hanno a che fare coi minori per Mora, Minetti e Fede.






Tags:

Lascia una risposta