Processo Scazzi, parla Concetta Serrano

7 febbraio 2012 08:100 commenti

La scorsa settimana aveva rilasciato la sua deposizione davanti alla Corte di Assise del Tribunale di Taranto Ivano Russo, il giovane considerato fondamentale per la ricostruzione del movente del delitto della piccola di Avetrana. Il ragazzo aveva raccontato che Sarah lo ha sempre considerato come un fratello maggiore e che tra loro due non c’è mai stato un rapporto confidenziale. Per quanto riguarda Sabrina, Russo ha detto di essersi allontanato da lei in seguito ad un “incontro” in auto, ma purtroppo la versione non sembra essere veritiera, perché i due ragazzi si sono mandati centinaia di sms proprio in quel periodo.

Tornando all’udienza di oggi, saliranno sul banco dei testimoni Concetta Serrano, Claudio Scazzi e Maria Ecaterina Pantir, ex badante romena della famiglia Scazzi. La madre della piccola Sarah sarà ascoltata soprattutto per capire con esattezza quando la ragazzina ha lasciato la sua abitazione per recarsi dalla cugina e poi per far luce una volta per tutte sui tanti tentativi di depistaggio messi in atto da Sabrina e Cosima Serrano, entrambe detenute le accuse di concorso in omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere.

Interverranno durante la deposizione anche tre persone che hanno incrociato Sarah il 26 agosto scorso, mentre si dirigeva sorridente verso casa della cugina e Claudio Scazzi, al quale verrà chiesto di chiarire le circostanze attraverso le quali venne a sapere che tra Ivano Russo e Sabrina Misseri quella estate c’era stato un rapporto sessuale. Un’episodio giudicato di fondamentale importanza per la risoluzione del delitto, visto che molto probabilmente Sarah è stata uccisa per gelosia.

Tags:

Lascia una risposta