Punti di mare inquinati in Italia

14 agosto 2012 15:560 commenti

A circa tre mesi dall’annuncio della lista delle spiagge italiane che sono riuscite ad aggiudicarsi le bandiere blu 2012, Legambiente ha diffuso i dati raccolti nel corso della circumnavigazione dell’Italia con la Goletta Verde. Il laboratorio itinerante, in particolare, ha effettuato ben 205 analisi microbiologiche riscontrando ben 120 zone considerate “fortemente inquinate”, ossia caratterizzate da concentrazioni di batteri di origine fecale pari ad almeno il doppio dei limiti di legge.

Secondo le rilevazioni, tuttavia, contrariamente a quanto si possa essere portati ad ipotizzare, ad inquinare non è tanto il sistema fognario, dal momento che nella maggior parte dei casi le acque reflue sono bonificate, ma soprattutto i torrenti, i fiumi e i canali.


Nella lista stilata da Legambiente, il triste primato va a Calabria, Liguria e Campania, mentre al primo posto per la pulizia del mare c’è la Sardegna, seguita dalla Toscana e dall’Emilia Romagna. La classifica, oltre ad indicare i punti di mare più puliti e quelli più sporchi, evidenzia anche le contraddizioni tra questa classifica e quella riguardante le regioni in cui è presente il maggior numero di bandiere blu, nella quale ricordiamo la Liguria occupa la prima posizione. Questo è sostanzialmente dovuto ai diversi parametri di analisi utilizzati da Legambiente e dalla Foundation for environmental education (Fee), l’ente che certifica litorali puliti e di qualità dal 1987.

Per visualizzare la mappa dei punti di mare più inquinati stilata da Legambiente clicca qui

 






Tags:

Lascia una risposta