Quel tweet sospetto di Pistorius

15 febbraio 2013 09:340 commenti

In Sudafrica e in tutto il mondo si stanno domandando: cosa si cela dietro al dramma di Oscar Pistorius che ha sparato e ucciso la sua fidanzata Reeva Steenkamp? Tutti sono sbigottiti dal gesto di questo grandissimo campione. Fino ad oggi Pistorius era sinonimo di ‘coraggio’, ‘speranza’, ‘perseveranza’.

Oggi, con una buona dose di stupore, molte sono le illazioni suscitate dal gesto di ‘Blade Runner’.

La polizia, intanto, non crede al movente di Pistorius (“Ho sparato perché credevo fosse un ladro”).

► “Pistorius era pazzo di gelosia”

I media, invece, continuano a svelare scomodi retroscena nella vita del campione paralimpico. Ora viene descritto come un duro, amante delle armi, dai giornali sudafricani. In Italia Pistorius passa sulle prime pagine dei giornali come un ‘ragazzo tignoso’, capace di inscenare grandi scenate di gelosia. Viene riportato alla mente il litigio del novembre 2012 con il produttore Clifton Shores, il reality show “Tropika Island of Treasure” al quale Reeva partecipava.


Pistorius, con ogni probabilità, sospettava che la sua ragazza lo tradisse con Shores. Così, invio lui il seguente sms: “Ti spezzo le gambe”. Risposta? Fu denunciato per diffamazione.

Ma si parla anche di abuso di alcol e di una vita in preda alla paranoia. Quello che più preoccupa gli inquirenti è la sua passione per le armi, conosciuta dopo aver trovato in casa sua una mitragliatrice sul muro e diverse pistole nascoste.

Il Tweet – alibi

Il fatto che più mobilita i media, in realtà, è ancora un altro. Il 27 novembre scorso, Pistorius ha scritto sulla sua pagina Twitter il seguente post: “Nothing like getting home to hear the washing machine on and thinking its an intruder to go into full combat recon mode into the pantry! waa”.

In italiano: “Non c’è niente di meglio di tornare a casa e, sentendo il rumore della lavatrice, pensare che sia un intruso ed entrare nello sgabuzzino in modalità full combat”.

Un alibi? La polizia non ci crede. Pistorius ha casa in un quartiere più che sicuro, praticamente blindato.

Resta da capire perché Oscar Pistorius ha parlato di ‘intrusi’ in quel tweet. Gelosia? Paranoie?






Tags:

Lascia una risposta