Rapinatore arrestato, riconosciute le orecchie a sventola

11 ottobre 2014 08:550 commenti

I difetti fisici, in molti casi, risultano proficui per distinguersi dal luogo comune, per apparire diversi in una società omologata, fatta interamente di belli e di belle. Ci sono anche dei casi in cui i difetti fisici rendono troppo riconoscibili le persone, soprattutto se sono ladri.

Avere un difetto visibile, che sia una grande cicatrice, il naso pronunciato o le orecchie a sventola, rende la persona riconoscibile tra molti. Questi difetti fisici sono molto utili agli investigatori che rintracciano i delinquenti proprio grazie ai segni particolari. È successo anche a Milano.

Un rapinatore di 46 anni ha provato a derubare un tassista di 60 anni in via Jommelli a Milano, ma le sue orecchie a sventola hanno consentito alla polizia di rintracciarlo durante la notte. Alle 2.30 per l’esattezza, la polizia, tramite radiotaxi, è stata messa in allarme sul fatto che un tassista sera stato minacciato con la pistola da un finto cliente che voleva derubarlo.

images (9)

Il tassista ha chiamato la centrale mentre era nel bagagliaio dopo che il rapinatore aveva ottenuto l’incasso di giornata. Quando il rapinatore si è accorto che era stata avvertita la polizia, è scappato. Il tassista, però, soccorso, ha fatto una descrizione accurata del rapinatore ed ha sottolineato che aveva le orecchie a sventola.

Siccome il rapinatore, oltre ad essere molto riconoscibile, non è stato poi così furbo da far perdere le tracce, le forze dell’ordine lo hanno rintracciato poco dopo e arrestato per tentata rapina. Sempre a Milano, nel luglio dell’anno scorso, un altro rapinatore con le orecchie a sventola, era stato rintracciato in poco tempo dopo il tentativo di rapinaad una banca di Milano. In quel caso gli inquirenti erano stati agevolati anche da una serie di foto postate su Facebook.

C’è da chiedersi allora se quelli con le orecchie a sventola debbano cambiare mestiere e non fare i rapinatori, oppure scegliere dei travestimenti che li rendano meno riconoscibili.

Tags:

Lascia una risposta