Renzi contro i blitz di Milano

2 febbraio 2012 14:160 commenti

Matteo Renzi, il sindaco di Firenze, aveva deciso di non esprimere nessuna particolare opinione sull’operato del nuovo Governo Monti, infatti negli ultimi tre mesi ha preferito osservare in silenzio per farsi un’idea complessiva della situazione.

A distanza di tempo, Renzi decide di fare chiarezza durante un’intervista concessa alla Gruber, dove afferma con convinzione che la scelta di Napolitano di dare in mano il Paese a una terza persona è stato come affidare l’aula a un supplente, perchè nessun professore si trovava nelle condizioni di poter far lezione. Il supplente a cui fa riferimento il sindaco di Firenze è Mario Monti, ma Renzi tranquillizza subito la giornalista spiegando che l’economista è la persona più adatta per questo ruolo e che sta facendo il tifo per lui.

Il politico fiorentino contesta solamente il maxi blitz milanese dei giorni scorsi, infatti ritiene che operazioni come quelle non sono la soluzione ad un problema così diffuso come l’evasione fiscale, anche se lanciano sicuramente un messaggio importante ai cittadini. Per quanto riguarda la sua candidatura dopo il Governo Monti, Renzi non ha dubbi infatti spera nelle primarie, che potrebbero essere un’ottima occasione per rinnovare finalmente tutta la classe dirigente, anche se si rende conto che molti politici della vecchia guardia le eviterebbero perché non saprebbero esporre un programma serio e degno di nota.

Tags:

Lascia una risposta