Ricetta del SSN con principio attivo entrata in vigore

16 agosto 2012 10:100 commenti

Ci siamo. Dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, è entrata in vigore da ieri la norma sulla nuova ricetta del Servizio sanitario nazionale. La nuova norma prevede in sostanza l’indicazione del principio attivo al posto del nome commerciale del farmaco. Sulla ricetta del SSN dovrà comparire il nome della sostanza contenuta nel farmaco che possiede le richieste proprietà terapeutiche indicate dal medico.

Con l’indicazione del principio attivo del farmaco la ricetta diventa immediatamente valida e il farmacista dovrà consegnare al cliente il farmaco con il prezzo più basso contenente lo specifico principio attivo. Non è tutto perché dopo le proteste dei medici (prima dell’approvazione della norma) il medico ha anche la facoltà di poter indicare sulla stessa ricetta anche il nome commerciale di un farmaco, specificando che sia ‘‘non sostituibile”.

In questo caso il medico sarà però tenuto a specificare sulla ricetta stessa la motivazione della non sostituibilità. Solo ed esclusivamente in questo caso il farmacista dovrà consegnare all’assistito il prodotto indicato dal medico nella ricetta.

FARMACI GRIFFATI VIETATI DALLA SPENDING REVIEW

Per non creare confusione o situazioni di pericolo nel passaggio di un medicinale all’altro anche se di stessa composizione, il Ministero della salute ha reso noto che le nuove disposizioni  “non riguardano le terapie croniche già in corso”. Resta inalterato il diritto da parte dell’assistito e secondo il decreto “Cresci Italia” dello scorso gennaio, di poter richiedere espressamente al farmacista un farmaco equivalente o di marca purché abbia lo stesso principio attivo. Nel caso in cui l’assistito decida di acquistare un farmaco di marca con lo stesso principio attivo, la differenza di prezzo resterà a suo carico. 

Tags:

Lascia una risposta