Rimosso dal Papa un altro vescovo accusato di pedofilia

26 settembre 2014 09:510 commenti

Il Papa ha deciso di dare un segno alla comunità cattolica e non, mettendo alla gogna tutti i prelati accusati di pedofilia. Rogelio Ricardo Livieres Plano, quindi, è il secondo prete che viene cacciato dalla Chiesa in poche settimane.

download (29)

I più maliziosi, a tutta questa lotta alla pedofilia fatta dalla Chiesa, pongono due obiezioni: non sarà tutta un’operazione mediatica? E poi, dov’è finita la misericordia di cui i cattolici si riempiono la bocca? Il Pontefice, è chiaro, non entra nel merito di queste due questioni ma prende decisioni storiche.

> Preti pedofili: passato, presente e futuro di questa drammatica vicenda


Monsignor Rogelio Ricardo Livieres Plano è stato spostato dalla diocesi Ciudad del Este in Paraguay e al suo posto arriverà un altro amministratore apostolico. Sul capo di Livieres pende l’accusa di malversazione e copertura di abusi sessuali compiuti da altri preti della diocesi.

> Il Papa fa arrestare l’arcivescovo Wesolowski

Nel frattempo va avanti il processo a carico di Wesolowski che è stato ridotto allo stato laicale, processato ed ora rischia fino a 7 anni di reclusione. Per lui le accuse sono di pedofilia e detenzione di materiale pedopornografico. Il giudizio sarà dato sulla base della normativa in vigore prima del 2013. Wesolowski, che si teme possa fuggire, è stato posto agli arresti domiciliari in Vaticano. Con la condanna penale potrà essere accordata anche l’estradizione in Polonia o a Santo Domingo.






Tags:

Lascia una risposta