Ritrovati 100 disegni inediti di Caravaggio

6 luglio 2012 09:290 commenti

Eccezionale scoperta per la storia dell’arte. Nella giornata di ieri sono state ritrovate circa 100 opere inedite del grande Michelangelo Merisi detto il Caravaggio: secondo l’Ansa, che ha lanciato l’esclusiva notizia, si tratterebbe di opere inedite, fra disegni e dipinti, realizzati in gioventù dal celebre artista, quando, ancora adolescente, è stato allievo nella bottega del pittore manierista Simone Peterzano, dal 1584 al 1588.

Dunque non le grandi opere della maturità, ma una serie di dipinti “preparatori” ai lavori più celebri. Il valore complessivo delle opere è stato valutato in circa 700 milioni di euro, dopo una lunga e accurata ricerca effettuata un gruppo di esperti, coordinati da Maurizio Bernardelli Curuz e Adriana Conconi Fedrigolli.

Lo straordinario tesoro è stato scovato nel Fondo Peterzano, custodito nel Castello Sforzesco, appartenente al Comune di Milano, sede del lavoro assiduo dei ricercatori per oltre due anni. In realtà era un secolo che gli studiosi cercavano, fino ad ora senza risultati, lavori e tracce del Caravaggio adolescente. E sembrava impossibile che il maestro non avesse lasciato testimonianza della sua attività artistica che va dal1584 al 1588 presso la bottega di un pittore allora molto famoso.


Lo studio del ritrovamento viene pubblicata oggi da Amazon in due e-book di 600 pagine dal titolo ‘Giovane Caravaggio. Le cento opere ritrovate’. Nelle pubblicazioni sarà possibile osservare le opere inedite confrontate con le opere più celebri di Caravaggio.

Alla base della ricerca l’individuazione della metodologia di indagine che ha consentito d’indagare il canone geometrico, caratteristico in ogni artista, che ha ispirato tutti i lavori del primo periodo romano. La scoperta è semplicemente straordinaria anche perché degli oltre 100 dipinti ritrovati, circa 83 verranno ripresi più volte nel corso della maturità. Accade ad esempio nel volto di uno dei soldati nella Conversione di Saulo che riprende un precedente studio, nei tratti del Cristo nella Cena in Emmaus che sarebbe stato creato durante l’adolescenza o anche nel volto di uno dei personaggi nella Chiesa dei Santi Paolo e Barnaba a Listri che ispirerà la serva nella Cena in Emmaus. Fra i dipinti sarebbero stati rinvenuti anche una serie di biglietti autografi di Caravaggio anche secondo la perizia grafologica.






Tags:

Lascia una risposta