Ritrovato 13enne etiope a Napoli

9 gennaio 2012 13:540 commenti

Lo scorso 4 gennaio Habtamu Scacchi, un 13enne di origine etiope adottato da una coppia di Paderno Dugnano aveva fatto perdere le sue tracce suscitando panico e disperazione nella sua famiglia adottiva. Il ragazzo era scomparso a Pettenasco, sul lago d’Orta, in provincia di Novara dove si trovava in vacanza con i genitori e secondo le prime ricostruzioni voleva tornare in Etiopia dal fratello.

Habtamu è stato trovato nella stazione Centrale di Napoli da due agenti, che dopo avergli offerto la colazione, l’hanno condotto negli uffici per verificare le generalità ed avvisare la famiglia del ritrovamento. Il ragazzino era molto spaventato e ha raccontato alla polizia di aver dormito in ripari di fortuna e usato gli spiccioli raccolti con l’elemosina per comprarsi qualcosa da mangiare, anche se si è detto pentito per la fuga improvvisa.


Con l’aiuto degli agenti il 13enne ha ricostruito tutte le tappe più significative del suo viaggio, infatti pare che abbia raggiunto Salerno a piedi passando da Battipaglia con la speranza di raggiungere il primo traghetto utile per tornare nel paese d’origine. Importate è stato l’intervento della polizia, che dal 7 gennaio aveva concentrato le indagini in Campania, dal momento che il cellulare del ragazzino si era agganciato ai ripetitori telefonici della zona adiacente a Salerno. Dopo la telefonata del dirigente del compartimento di polizia ferroviaria la famiglia adottiva ha deciso di mettersi in viaggio per Napoli per poter riportare a casa Habtamu.






Tags:

Lascia una risposta