Ritrovato scheletro della Gioconda a Firenze?

18 luglio 2012 12:110 commenti

I sotterranei dell’ex convento di Sant’Orsola a Firenze potrebbero custodire più di qualche segreto e potrebbero celare addirittura i resti mortali di monna Lisa Gherardini, alias la Gioconda.

Secondo la tradizione il più iconico dipinto di Leonardo da Vinci custodito nel Louvre (che lo scorso anno rifiutò il prestito a Firenze) ritrarrebbe proprio Lisa Gherardini, moglie di Francesco del Giocondo, anche se al questione resta ancora oggi dibattuta.

Gli scavi nei sotterranei dell’ex convento, ora di proprietà della Provincia di Firenze, hanno portato alla luce un altare della fine del Quattrocento: proprio lì si stanno cercando le spoglie della nobildonna ritratta nel più celebre dipinto della storia dell’arte. Secondo il responsabile degli scavi, proprio il ritrovamento dell’altare rende più probabile il fatto che “nell’area possano celarsi i resti della nobildonna”.


Lo scheletro intero è stato ritrovato all’interno della tomba aperta presso l’altare di Sant’Orsola: gli archeologi sono quasi certi che si tratti delle spoglie di Monna Lisa Gherardini, morta il 15 luglio de 1542 a Firenze e seppellita a Sant’Orsola come riporta il registro della basilica di San Lorenzo.

Sembra certo che dopo il 1500 solo due donne siano state sepolte in questa zona: si tratta di monna Lisa Gherardini (nel 1542) e di un’altra nobildonna, Maria del Riccio. Questo rende quasi certo che i corpi femminili sotto l’altare potrebbero appartenere con alta probabilità alle due nobildonne anche perché era un’usanza diffusa seppellire i corpi vicino agli altari. Ovviamente, si tratta per il momento di ipotesi che dovranno essere provate: solo la prova del carbonio 14 potrà datare con totale esattezza le spoglie ritrovate.






Tags:

Lascia una risposta