Roberto Bolle contestato per un tweet

6 febbraio 2012 08:040 commenti

L’ètoile internazionale Roberto Bolle è una delle stelle della danza italiana all’estero che non disdegna di utilizzare Twitter: il suo scatto proibito (dal regolamento del Teatro) scattato al Palco Reale del Teatro alla Scala in occasione dell’inaugurazione della stagione 2011-2012, ha fatto il giro del web. Stavolta Roberto Bolle sembra aver incautamente scritto un tweet che gli è valso non poche critiche.

”I senzatetto che s’accampano e dormono sotto i portici del Teatro San Carlo, gioiello di Napoli, sono un emblema del degrado di questa città’‘: il tweet di Roberto Bolle scatena il putiferio e scoppia la polemica a Napoli.


Rispondono in particolare i partenopei, che, indignati da quanto scritto da Bolle, non esitano a commentare il suo tweet, invitandolo a danzare e non a parlare, a dare personalmente una mano ai senzatetto o definendolo insensibile o leghista. Immediata anche la risposta del sindaco della città, Luigi De Magistris, che, negando ogni polemica, ha inviato all’ètoile di tutta risposta una serie di link relativi alle iniziative del Comune per aiutare i clochard.

Imbarazzato dalle risposte degli oltre 49mila followers, Bolle cancella il tweet troppo tardi però perché alcuni hanno provveduto già a registrarlo. Da parte sua il ballerino tenta di correre ai ripari pubblicando un nuovo tweet e scrivendo di essere dispiaciuto e di essere stato frainteso visto che l’attacco non era rivolto ai senzatetto, sottolineando le sue iniziative a sostegno dei più bisognosi.

La polemica dovrebbe attenuarsi anche perché Bolle, già ambasciatore di buona volontà dell’Unicef, ha sempre partecipato a iniziative di solidarietà e beneficenza. Forse, prima di utilizzare Twitter la prossima volta l’ètoile ci penserà due volte.

Foto: Twitter/Ansa






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta