Roma paralizzata dalla neve e Alemanno accusa Gabrielli

4 febbraio 2012 11:230 commenti

La neve mette in ginocchio Roma, paralizzata dal gelo e dal caos. Precipitazioni nevose copiose anche per tutta la notte si prevede che potrebbe continuare a nevicare almeno fino alle 12 di oggi.

Scuole, uffici pubblici e musei chiusi per l’emergenza, obbligo di catene o pneumatici termici fino alle 12 di domani per le (poche) auto in circolazione: la città resta semiparalizzata.

Molti i bus fuori servizio, taxi quasi inesistenti, auto abbandonate lungo le strade per impercorribilità,  moto e motorini fuori uso. È lo sconfortante scenario della Capitale del tutto impreparata dall’abbondante nevicata cominciata ieri mattina e durata circa 24 ore. Stamane la città si è svegliata sotto una spessa coltre di neve.


E intanto il sindaco Alemanno accusa: “le previsioni non erano corrette” sostenendo che disagi in città sono causati da “dati insufficienti ed inadeguati” e chiede una commissione d’inchiesta. Ma secondo il Capo della Protezione Civile Franco Gabrielli il sindaco Alemanno era bene a conoscenza delle previsioni per la città di Roma. Quel che è certo è che il piano antineve si è rivelato del tutto inadeguato a ad Alemanno non resta che lanciare un appello ai romani affinché collaborino per liberare la città dalla spessa coltre di neve che la ricopre.

Intanto il Grande raccordo anulare (ieri erano state chiuse 12 rampe) è stato riaperto anche se persiste l’obbligo di catene e resta chiuso il tratto urbano della A24, da Lunghezza alla tangenziale. Cancellati oltre 40 voli all’aeroporto di Fiumicino, situazione drammatica per i treni. Resta sospesa la linea Roma-Cassino.






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta