Roma, scuole aperte, ma attività didattiche sospese per rischio neve

2 febbraio 2012 16:200 commenti

Resterebbe confermato tra venerdì e sabato l’arrivo della neve a Roma: secondo le ultime previsioni diramate dalla Protezione Civile si prevedono precipitazioni diffuse e insistenti a carattere nevoso che si accentueranno in serata, persisteranno nella nottata proseguiranno anche nella prima parte della giornata di sabato quando si verificheranno anche probabili  e significativi accumuli al suolo anche in città.

Il concreto rischio neve nella Capitale ha spinto il sindaco Alemanno a sospendere l’attività didattica in tutte le scuole di ordine e grado per due giorni, venerdì e sabato. Sostanzialmente le scuole non chiuderanno, ma le famiglie potranno tenere i ragazzi a casa senza perdere giorni di didattica. “Non sussistono condizioni di percolo per le strutture – continua Alemanno – quindi questo è solo un modo per evitare disagi alle famiglie”.


Insomma le scuole resteranno aperte, ma le lezioni non si terranno: l’annuncio in realtà ha creato non poca confusione visto che nel primo pomeriggio i media hanno diffuso la notizia annunciando la chiusura delle scuole per rischio neve.

Universinet.it, il portale degli studenti, ha invitato il Campidoglio a fare chiarezza anche perché la notizia ha creato non poca confusione fra i genitori considerando anche che ogni giorno nella Capitale si muovono, sui mezzi pubblici e privati, oltre un milione di cittadini per accompagnare o riprendere i ragazzi a scuola. La Protezione Civile del Campidoglio ha prorogato lo stato di attenzione per tutte le strutture operative, soprattutto per il rischio di formazione di ghiaccio nelle ore più critiche.

Già distribuite in città oltre 50 tonnellate di sale, per cospargere le strade di maggiore viabilità e di competenza municipale. Pronti anche 300 operatori del volontariato e del Servizio Giardini che spargeranno il sale sui punti sensibili, come ingressi e uscite dei reparti di pronto soccorso, Asl e scuole e soggetti alla formazione di ghiaccio.






Tags:

Lascia una risposta