Home / News / Rubygate processo rinviato

Rubygate processo rinviato

Il processo Rubygate, che vede Silvio Berlusconi imputato di “prostituzione minorile” è stato rinviato al 31 maggio. 

A Milano, questa mattina, si è aperto il processo contro il premier, Silvio Berlusconi, che lo vede accusato di “prostituzione minorile e concussione”, ma è stato immediatamente rinviato al 31 maggio. 

Ironia della sorte, oggi la IV Sezione del Tribunale di Milano era composta da tre donne che hanno differito l’udienza. Così com’era stato anticipato, alla causa odierna, non erano presenti i principali protagonisti del caso, quali il presidente del Consiglio, Ruby e i legali del premier. 

Dopo mesi di rivelazioni solforose su serate organizzate dal Cavaliere, l’udienza si è aperta in presenza di un centinaio di giornalisti provenienti dal mondo intero. Tuttavia, all’interno del Palazzo di Giustizia, è stato vietato l’utilizzo di qualsiasi apparecchiatura  fotografica. 

Il premier con i suoi difensori,  Niccolò Ghedini e Piero Longo, questa mattina, sono stati trattenuti a Roma per alcune sessioni e sono stati rappresentati dal loro collega, Giorgio Perroni.  

La giovane marocchina Karima El Mahroug, alias “Ruby Rubacuori”,  personaggio di spicco nell’inchiesta, era anche lei assente. 

L’udienza di oggi è praticamente stata uno sviluppo tecnico, ossia è servita per fissare le date delle prossime fasi del processo.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *