Sabrina Misseri scoppia in lacrime

10 gennaio 2012 14:370 commenti

Proprio in queste ore sta cominciando il processo sul delitto di Avetrana e il palazzo di Giustizia di Taranto è stato letteralmente invaso dalla presenza di giornalisti e cameramen che non vogliono perdersi nessun dettaglio della prima udienza.

Alle nove di questa mattina si sono presentati Giacomo Scazzi, Concetta Serrano e Claudio, il fratello di Sarah accompagnati dai loro legali, mentre all’esterno del tribunale hanno manifestato un folto gruppo di persone contro le televisioni e i media colpevoli di aver speculato ampiamente sull’omicidio della 13enne. La Corte di Assise di Taranto per tutelare la privacy della famiglia Scazzi ha deciso di concedere la pubblicazione delle immagini solo a processo terminato, inoltre non potranno essere mai ripresi dalle telecamere gli imputati Cosima Serrano, Sabrina Misseri, Carmine Misseri, Antonio Colazzo e Cosima Prudenzano.

Al processo c’erano moltissime persone, infatti sono circa 60 quelli che hanno deciso di seguire l’udienza dalle transenne esterne e anche in questo caso il popolo si divide tra coloro che credono alla colpevolezza di Michele Misseri e chi giudicano uniche responsabili dell’omicidio Sabrina Misseri e Cosima Serrano.Il vicesindaco di Avetrana è convinto che la drammatica vicenda ha danneggiato l’immagine del paese sottolineando che le alcune persone coinvolte in questa tragedia hanno cercato troppo l’attenzione dei media, facendo riferimenti particolari alla cugina di Sarah che è scoppiata in lacrime più volte dall’inizio dell’udienza.

Tags:

Lascia una risposta