Saldi 2014, le regole per non evitare le truffe

30 dicembre 2013 08:500 commentiDi:

saldiSi inizia il 2 gennaio in Campania e poi, dal 4 gennaio, i saldi arriveranno in tutte le regioni italiane e dureranno per un tempo massimo di novanta giorni, durante i quali si potrà acquistare la merce invernale ad un prezzo ridotto.

Ma i soldi da spendere sono davvero pochi: 194 euro a famiglia secondo le principali associazioni dei consumatori, le quali hanno stilato anche un decalogo per acquistare in saldo senza incappare in truffe o raggiri.

Le regole di Codacons e Federconsumatori per saldi senza truffe

1) Conservate sempre lo scontrino perché la merce può essere cambiata anche se acquistata in saldo ma solo se presenta difetti, per farlo ci sono due mesi di tempo.

2) Le vendite devono essere realmente di fine stagione, ossia comprendere “i prodotti, di carattere stagionale o di moda, suscettibili di notevole deprezzamento se non vengono venduti entro un certo periodo di tempo”, per questo meglio diffidare dalle offerte con più del 50% di sconto.

3) Non lasciarsi incantare dalle percentuali, ma controllare il prezzo della merce prima e dopo l’applicazione dello sconto.

4) Diffidate delle vetrine coperte da manifesti che non consentono di vedere la merce.

5) Diffidare dai cartellini dei prezzi che non indicano in modo chiaro il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato.

► Saldi 2014, le date di inizio e di fine regione per regione

6) Non acquistare capi che non possono essere provati. Non c’è una legge che obbliga i commercianti a far provare i vestiti, ma se non vi viene data questa possibilità è meglio non acquistare.

7) Confrontate i prezzi di diversi negozi prima di acquistare.

8) Fidatevi solo dei negozi che espongono capi in sconto nuovi e vecchi ben separati.

9) Si può pagare con bancomat e carta di credito anche per i saldi.

10) In caso di sospetta truffa, rivolgersi all’Ufficio Comunale per il commercio o ai Vigili Urbani.

Tags:

Lascia una risposta