Salta il canone Rai per i pc

22 febbraio 2012 10:010 commenti

Rai ancora nella bufera. Dopo la polemica sulla clausola che permette il licenziamento facile delle collaboratrici in stato interessante e il dietrofront dell’azienda, la Rai finisce di nuovo nel ciclone.

Pochi giorni fa era arrivata la proposta quasi shock, di far pagare un canone speciale a chi fosse in possesso di un computer, uno smartphone o un tablet con connessione internet. E dopo il confronto con Roberto Sambuco del ministero dello Sviluppo economico, la Rai è stata costretta a un immediato dietrofront. Nel momento in cui era stata resa nota la proposta del pagamento del nuovo canone, il web e le associazioni dei consumatori erano entrate in rivolta e il caso è addirittura finito in Parlamento.

Certo la Rai non gode di un alto grado di popolarità e il nuovo canone avrebbe affossato ulteriormente gli indici di gradimento dell’azienda considerando anche che l’attuale canone Rai (ora tassa di possesso) resta una delle tasse più evase dagli italiani.

Probabilmente lo stesso destino sarebbe toccato al nuovo canone. Una nota di Viale Mazzini precisa non era mai  stato richiesto il pagamento del canone per il semplice possesso di un personal computer aggiungendo che il canone speciale sarebbe stato dovuto solo nel caso in cui i computer fossero stati effettivamente utilizzati come televisori.

Il dubbio però restava e anche se è dato per certo che il semplice possesso del pc non comporta il pagamento del canone speciale, la proposta aveva già incentivato oltre clienti business a contattare Telecom per rescindere il contratto di Adsl.

Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta