Sanzioni libretti al portatore con saldo sopra i 1.000 euro

20 settembre 2012 15:040 commenti

Tra le novità contenute nel secondo decreto sviluppo del governo Monti figura anche un aumento delle sanzioni qualora venga violata la norma antiriciclaggio che impone il divieto per i libretti di deposito al portatore, sia bancari che postali, di un saldo pari o superiore a 1.000 euro.

Tale sanzione va da un minimo del 20% ad un massimo del 30% dell’importo depositato sul libretto stesso e trova applicazione nel caso in cui entro il 31 marzo 2012 non si sia provveduto all’estinzione del libretto di deposito con saldo superiore a 1.000 euro oppure non si sia provveduto alla riduzione del saldo al di sotto della soglia sopra indicata. La sanzione viene inoltre applicata in caso di trasferimento di libretti di deposito bancari o postali al portatore qualora sia stata omessa la comunicazione da parte del cedente alla banca o alle Poste italiane entro il termine di 30 giorni.


Secondo le indiscrezioni, inoltre, allo studio del governo ci sarebbe anche l’estensione del limite di 1.000 euro per i pagamenti in contanti agli assegni bancari e postali trasferibili, agli assegni circolari, ai vaglia postali e ai vaglia cambiari. In tutti questi casi, dunque, l’importo non potrà superare i 1.000 euro. Qualora tale limite dovesse essere superato verrà irrogata una sanzione minima di 3.000 euro.

 






Tags:

Lascia una risposta