Sciame sismico a Modena 9 ottobre 2012

9 ottobre 2012 11:120 commenti

Continua lo sciame sismico che da mesi colpisce quasi ininterrottamente l’Emilia: anche stanotte l’Ingv (istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) ha rilevato diverse diverse scosse di terremoto, almeno quattro, in provincia di Modena, nel distretto sismico della pianura Padana emiliana. La prima scossa, di magnitudo 2.6 della scala Richter è stata registrata attorno all’1 e 30 e ha avuto come epicentro il comune di Finale Emilia, a 8,9 km di profondità.

La seconda scossa, registrata alle 2.36, è stata di magnitudo 2.5 con l’epicentro a 7,6 chilometri di profondità in prossimità dei comuni di Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Medolla, Mirandola, San Possidonio e San Prospero, la stessa zona colpita dal terremoto lo scorso maggio. A quel punto è stata avvertita la popolazione che, sembra, stesse ancora dormendo. La terza scossa è stata la più forte dello sciame: di magnitudo 2.8 della scala Richter, è stata registrata intorno alle 2.42 nella stessa zona.


COSA FARE IN CASO DI TERREMOTO: LE REGOLE DA SEGUIRE

Secondo il dipartimento della protezione civile non ci sono danni a persone o cose e al momento non sono stati segnalati crolli di alcun genere. Nessun danno, ma un po’ di paura da parte della popolazione che purtroppo da mesi ha imparato a convivere con gli effetti sismici del disastroso terremoto dello scorso 20 maggio di Finale Emilia. Secondo gli esperti lo sciame sismico non è destinato ad esaurirsi nell’arco di poco tempo: potrebbe durare per mesi o addirittura per anni. Un’ultima scossa è stata avvertita intorno alle 6.24 della mattina. 






Tags:

Lascia una risposta