Sciopero benzinai per 10 giorni consecutivi

24 gennaio 2012 16:570 commenti

Dopo avervi proposto il calendario scioperi gennaio-febbraio 2012 vediamo di chiarire al meglio la posizione dei benzinai, una delle categorie più colpite dal nuovo decreto Monti. Al momento è stato confermato l’annunciato pacchetto dei 10 giorni di sciopero degli impianti di distribuzione dei carburanti, anche se non sono state ancora definite le date per non alimentare ulteriormente il forte disagio sociale, dal momento che la protesta degli autisti di tir e lo sciopero dei benzinai potrebbero far precipitare nel caos l’intero paese.

I benzinai disapprovano i decreti varati dal nuovo Governo e chiedono al Parlamento di proporre delle norme che possano liberare il settore dal controllo dei monopoli petroliferi per consentire prezzi più bassi e competitivi su tutta la rete distributiva. Non si tratta quindi di uno sciopero contro le liberalizzazioni previste, ma di un grido d’aiuto per riuscire ad ottenere nuove riforme, visto che le intenzioni che il Governo aveva esibito si sono miseramente infrante davanti al dominio dei petrolieri.

Secondo il Coordinamento dei gestori di Faib Confesercenti e di Fegica Cisl i continui aggiustamenti di questo nuovo decreto non liberalizzano il settore ma ne confermano i vincoli, perché in questo modo le compagnie petrolifere saltano la mediazione della contrattazione collettiva nella fissazione del margine dei gestori e li  spingono ad acquistare le macchinette self service, aperte per 24 ore al giorno. Purtroppo a questo disagio si aggiunge lo sciopero dei tir, che ha portato a delle vere e proprie speculazioni, infatti ieri è stato arrestato un benzinaio di Avellino che aveva fatto lievitare i prezzi del 10% in una sola giornata a causa delle lunghe code di auto che si erano formate.

Tags:

Lascia una risposta