Scontri Roma è caccia ai violenti preso Er Pelliccia

18 ottobre 2011 08:170 commenti

Controlli a tappeto in tutta Italia per scovare i responsabili delle violenze di sabato a Roma, nella notte gli agenti della Digos hanno fermato nella capitale un 24enne considerato uno dei leader dei facinorosi protagonisti degli scontri.

E’ uno studente F.F. con precedenti penali per droga,  è stato riconosciuto grazie ai numerosi fotografi che l’hanno immortalato, sabato 15 ottobre, mentre, prima svuotava un estintore e poi lo lanciava contro le forze dell’ordine. 

Il giovane è noto nella zona in cui abita come “Er Pelliccia”, è stato fermato dagli agenti della Digos proprio sotto la sua abitazione. 

Durante l’interrogatorio il black bloc ha cercato di giustificarsi dichiarando “ho usato l’estintore per spegnere l’incendio”. 

Ma il duro lavoro degli inquirenti ha portato all’arresto anche di altri sei anarchici a Firenze. 

Polizia e Carabinieri sono impegnati in molte città d’Italia con perquisizioni tra gli ambienti dell’anarchia e dell’estremismo più radicale. Gli investigatori cercano soprattutto ragazzi molto giovani tra i 17 e i 25 anni ”addestrati” tra i No Tav nella Val di Susa. 

I responsabili delle violenze che hanno portato alla distruzione di alcune delle più belle piazze di Roma, ora rischiano una pena dai 3 ai 15 anni di reclusione. 

Serve una legge reale, afferma il leader dell’IDV, Antonio Di Pietro: “A stato d’emergenza si risponde con soluzioni d’emergenza. Serve una legge Reale.  L’introduzione di specifiche previsioni di reato, l’ampliamento dell’associazione a delinquere, la possibilità di fermo e arresto in flagranza o in quasi flagranza per reati che finora non lo prevedono, un inasprimento delle pene previste e processi per direttissima”. Ha concluso Di Pietro.

Articoli correlati: Indignati Roma violenza e distruzione

  

Ultimo aggiornamento 18 ottobre 2011 ore 10,18

Tags:

Lascia una risposta