Scorie nucleari nel Mediterraneo

navePotrebbero essercene almeno una trentina di relitti contenenti sostanze radioattive nel Mar Mediterraneo a circa 11 miglia dalle coste calabresi.

Secondo le dichiarazioni del pentito della ‘n’drangheta Francesco Fonti, il ritrovamento dovrebbe essere solo  il primo dei tanti relitti carichi di sostanze radioattive, che  fecero guadagnare miglioni di Euro  a  persone senza scrupoli.

Il relitto giace ad una tale profondità che per poter osservare e rilevare l’entità del danno occorrono macchinari altamente sofisticati.

Oggi siamo a  conoscenza  del  fatto  che  la nave inabissata dai mafiosi  17 anni fa è colma di barili,  ma non sappiamo la condizione degli stessi, saranno ancora ermeticamente sigillati, o forse non lo sono mai stati.

Il pentito ha dichiarato inoltre di aver collaborato  all’affondamento di almeno tre navi per conto della mafia.

La situazione è veramente grave.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *