Senegalesi uccisi a Firenze. Dakar indignata

14 dicembre 2011 13:000 commenti

Il governo del Senegal si è dichiarato indignato per “lo spregevole omicidio„ di due venditori ambulanti senegalesi a Firenze, ad opera di un militante di estrema destra e si è detto deciso “a fare piena luce su questo caso„, secondo un comunicato trasmesso oggi. 

“Il governo del Senegal esprime tutta la sua indignazione dopo l’ignobile omicidio perpetrato contro due dei nostri compatrioti che vivono in Italia„, sottolinea questo comunicato sottoscritto dal portavoce del governo e ministro della Comunicazione, Moustapha Guirassy.

“Si precisa che non verrà tralasciato nulla per fare piena luce sul caso, in attesa di adottare le misure che si impongono necessarie„, aggiunge il testo, senza, tuttavia precisare la natura di tali misure. 

Gianluca Casseri, un cittadino di Firenze ha ucciso ieri, sul mercato di San Lorenzo, due immigrati senegalesi e feritone un terzo, di 37 anni, che giace in condizioni estremamente gravi in un ospedale della capoluogo toscano. “Resterà paralizzato a vita„, secondo un bollettino medico. 

In base ad alcune testimonianze, l’autore dell’aggressione, un uomo corpulento, di 50 anni, è sceso dalla sua autovettura e ha iniziato a sparare verso i senegalesi appostati al loro banco di vendita, per poi risalire a bordo dell’auto e ripartire. 

Il killer dei senegalesi si è poi suicidato, dopo avere ferito altre due persone nel centro storico di Firenze. Secondo i mass media, Gianluca Casseri, era un uomo dalle poche frequentazioni, depresso e soffriva di diabete. Casseri era membro dell’organizzazione di estrema destra di Casa Pound. 

Articolo correlato: Senegalesi uccisi da razzista a Firenze

 

Ultimo aggiornamento 14 dicembre 2011 ore 14,00

Tags:

Lascia una risposta