Si suicida in un bar della Torino bene

26 settembre 2011 07:460 commentiDi:

Suicidio nello storico caffè Platti di Torino, dove una donna di 66 anni si è tolta la vita sparandosi con un colpo di pistola, dopo essersi chiusa nel bagno.

Il dramma è avvenuto ieri mattina, domenica, in un locale famoso fondato nel 1875, a marchio di eleganza e raffinatezza. 

La donna, nata a Parigi e residente a Torino, secondo le prime ricostruzioni da parte della polizia, subito  intervenuta sul luogo, si è chiusa nel bagno del bar e si è sparata un colpo con una pistola calibro 38 special. Tutto questo prima che i clienti e il personale del locale potessero intervenire. 

Un evento che lascia dell’amaro in bocca per due diverse circostanze, in primo luogo che la donna abbia voluto scegliere, per porre termine alla sua vita, un luogo affollato, ma ciò che sgomenta maggiormente è il comportamento del gestore del bar, o chi per esso, che non ha ritenuto opportuno chiudere il locale. 

Almeno solo per un segno di rispetto dovuto all’infelice donna. 

“La morte di qualcuno è sempre qualcosa che chiama tutti a fermarci un attimo, a pregare e ad entrare in sintonia con quella persona e la sua famiglia, il fatto che al Bar Platti di Torino, dopo la morte di una povera donna in sofferenza, tutto si è proseguito come se nulla fosse accaduto, ci deve far riflettere”. Ha affermato Ernesto Olivero, fondatore del Sermig di Torino. 

 

Ultimo aggiornamento 26 settembre  2011 ore 09,47     

Tags:

Lascia una risposta