Si vota il 24 febbraio

20 dicembre 2012 09:430 commenti

Così è (quasi) deciso. Le elezioni per decidere chi sarà il prossimo Presidente del Consiglio e da chi sarà composto il prossimo Governo si faranno il 24 febbraio 2013.

Al termine di un braccio di ferro, dunque, sembra esserci l’accordo definitivo. La data sembra essere propizia e sgombra da ogni forma di broglio.

► Monti si candiderà

La proposta è giunta inizialmente dal Ministro dell’Interno Cancellieri. La Cancellieri, a dire il vero, aveva anche parlato di elezioni il 17 febbraio, cosa che sarebbe stata molto gradita al Pd.

Il 24, però, sembra la giusta via di mezzo per non correre rischi e mettere tutti d’accordo.

► Il fidanzamento ufficiale di Berlusconi

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ne prende atto, liberando da ogni ostacolo il cammino che porta alle urne.

Elezioni il 24 febbraio, dunque, volenti o nolenti. Anche l’ostruzionismo esercitato con vigore dal Popolo delle Libertà dovrebbe ben presto sbriciolarsi. La destra berlusconiana, infatti, avrebbe preferito che si andasse al voto il 3 marzo oppure addirittura il 10.

I lavori dell’attuale esecutivo, dunque, dovrebbero terminare ufficialmente domani sera. Sabato Napolitano firmerà (se tutto va come è stato previsto) il decreto per lo scioglimento delle Camere.

Quali leggi si salveranno. Molti dei 1500 emendamenti presentato dall’esecutivo Monti, probabilmente non vedranno mai la luce del sole.

Ce la faranno, invece, la Legge di Stabilità, il decreto Salva-Ilva, il decreto ‘Taglia Firme’, l’articolo 81 della Costituzione e il decreto per le liste pulite.

 

Tags:

Lascia una risposta