Solenne matrimonio per Alberto di Monaco e Charlene

2 luglio 2011 21:270 commentiDi:

L’emozione è arrivata nel momento in cui gli sposi hanno lasciato Palazzo Grimaldi per recarsi alla chiesa  di Sante Devote. La neo principessa di Monaco non ha potuto trattenere le lacrime quando le è stato offerto il bouquet di fiori.

Ore 19,45: La serata ha inizio solo per 450 privilegiati, invitati alla cena sulle terrazze del casinò ed al ballo che seguirà. Il menù, creato dal grande chef Alain Ducasse, farà onore ai sapori mediterranei. Sarà a base vegetariana e di pesce, nessun tipo di carne e né, tantomeno paté di fegato d’oca, un alimento che Charlene non ha mai apprezzato.

Alain Ducasse, naturalizzato monegasco, ha utilizzato  17 tipi di verdure ed erbe biologiche, coltivate nel podere di proprietà dei Grimaldi di Rocagel, sulle alture di Monaco, e raccolte dal cuoco stesso. Il pesce è stato, invece, pescato dall’ultima famiglia di pescatori monegaschi. Con l’aperitivo, i commensali assaporeranno una specialità monegasca, il “barbaguian (pasta ripiena a base di bietole). Per il dessert, è previsto un gelato con latte di giovani vacche di Rocagel. Lo  champagne servito è di Perrier-Jouët.

Dopo la torta e i fuochi di artificio 200 amici della coppia raggiungeranno la sala che si traformerà in una pista da ballo, per festeggiare l’evento fino all’alba.

Ore 19,10: Alberto e Charlene rientrati al palazzo si preparano per le foto ufficiali, da parte dei fotografi Patrick Demarchelier e Stéphane Bern.

Ore 18,55: Charlene ha offerto il suo bouquet. La coppia reale è osannata  e all’uscita viene felicemente accolta dal meraviglioso suono delle cornamuse. La folla agita festosamente le bandiere monegasche e sud-africane. La coppia si bacia nuovamente prima di risalire sull’auto che la riporterà al palazzo.

Ore 18,46: Gli sposi si fermano davanti alla chiesa di Sante Devote e incontrano l’arcivescovo Bernard Barsi. All’interno porgono la mano ai fedeli presenti. Il principe  Alberto e la principessa Charlene hanno voluto invitare nella minuscola cappella alcune persone disabili e anziane del principato.

Alberto ha scelto ha scelto il soprano Marie Clotilde Würz Di Baets e sua figlia Julie di 11 anni, che molto spesso cantano in quella cappella. Charlene si asciuga alcune lacrime, Alberto tenta di confortarla, in quel momento scoppia un applauso.

Ore18,44: La coppia arriva al porto dove è accolta da gioiose urla e applausi.

Ore 18,37: Il corteo si avvia. I sovrani salutano la folla, ammassata dietro la barriera.

Ore 18,30: Dopo un’ora e mezza di cerimonia, la coppia lascia la corte d’onore e sale a bordo di una Lexus elettrica, direzione la chiesa Sante Devote, patrona della Rocca, dove la sposa va ad offrire il suo bouquet, come vuole la tradizione. Gli sposi, seguiti dalle damigelle d’onore in abito tradizionale regionale, sono applauditi vigorosamente da 3500 invitati, presenti al palazzo che li ricoprono di petali di rose bianche sulla piazza.

Ore18,20: La coppia, le damigelle ed il testimone di Alberto si dirigono alla cappella. Lo strascico dell’abito sembra dare alcuni problemi a Charlene, il cui velo è sistemato dal suo sposo. La coppia firma l’atto di matrimonio con una penna tempestata di pietre preziose, ideate proprio per loro.

Ore 18,03:  È il momento della comunione. Seguirà la benedizione finale, poi il tenore Andrea Bocelli canterà l’Ave Maria di Schubert, poi la firma dell’atto di matrimonio nella cappella palatina.

Ore 17,48: La messa prosegue. I vescovi recitano molte preghiere ed il rito nuziale per gli sposi. In segno di pace, gli sposi si baciano.

Ore 17,47: Alessandra di Hannover, Camille, la secondogenita di Stéphanie si succedono per leggere la preghiera universale. Rinata Fleming si prepara per il canto.

Ore 17,32: E’ il momento del “Si”. La secondogenita di  Caroline, Alessandra di Hannover, porta le fedi agli sposi. Alberto di Monaco rischia di sbagliare mano. Un canto africano, un augurio di buona fortuna per gli sposi, viene interpretato dalla cantante lirica Pumela Matshikiza che suscita una gioia immensa e una forte emozione a Charlene e a suo padre.

Ore 17,30: I testimoni sono chiamati accanto alla coppia. Il principe ha scelto per testimone Christopher Levine, suo cugino, figlio della sorella di Grace Kelly. La sposa, invece, Donatella Knecht di Massy, cugina di Alberto, diventata sua grande amica.

Ore 17,17: “Rendiamo grazie a Dio che ha fatto germogliare nel cuore degli sposi un amore così profondo. Il matrimonio di un uomo e di una donna riguarda tutti noi, è il segno dell’amore del Signore” pronuncia l’arcivescovo di Monaco Bernard Barsi.

Iniziano le letture, una viene letta da Pauline, la figlia di Stéphanie, la seconda da Charlotte Casiraghi, la bellissima figlia di Caroline (che assomiglia molto a Grace Kally). Charlene è molto concentrato e non sorride, così anche Alberto.

Ore 17,04: Inizia il rito nuziale. L’accoglienza è sia in lingua francese sia in africano. La messa dell’Incoronazione di Mozart echeggia.

L’abito, semplice e diritto, per la forma agile di quel corpo è ornato da 30.000 pietre, da 40.000 cristalli Swarovski e da 20.000 lacrime di madreperla, dai riflessi bianchi e oro. Per confezionarlo sono occorse  2.500 ore di lavoro, precisa il Palazzo. Il velo, lungo 20 metri è in tulle di seta, solo per questo sono state spese 100 ore di lavoro, per realizzare i suoi sottili ricami. La meravigliosa opera è a firma del famoso stilista Giorgio Armani.

Ore 17,01: Alberto ha preso posto sulla sua sedia davanti all’altare e Charlene l’ha raggiunto al suono della melodiosa musica.

Ore 16,57:  Al braccio di suo padre, Charlene risale il tappeto rosso del Palazzo sulla piazza dove 3.500 Monegaschi l’acclamano. La principessa è vestita, come preannunciato, da un abito firmato Armani, in seta, con ricami a forma di fiori, con maniche corte ed un velo lunghissimo. Nessun diadema, nessun gioiello, eccetto uno per trattenere lo chignon, che appartiene a Caroline di Monaco.

Ore 16,55: Alberto di Monaco arriva, scortato dal suo testimone Christopher Levine, suo cugino. Porta l’uniforme estiva dei carabinieri.

Ore 16,50: Arriva il presidente francese Nicolas Sarkozy viene applaudito. Il capo dello stato porge un bacia-mano a Paola del Belgio. Carla Bruni, in dolce attesa, non ha accompagnato il marito Sarkozy.

Ore 16,43: A risalire il tappeto rosso Victoria di Svezia, in blu e suo marito Daniel, è la volta di Mette Marit e di Haakon di Norvegia, di Mary e Frederik di Danimarca, infine Albert II del Belgio e Carl Gustav di Svezia.

Ore 16,37: I figli di Caroline, Pierre, Andrea e Charlotte arrivano coi loro compagni. Sono seguiti da Caroline di Monaco, Stéphanie ed i suoi figli.

Altri ospiti: La quasi totalità dei princi d’Europa,  Philippe e Mathilde del Belgio, Willem Alexander e Maxima dei Paesi Bassi, Frederik e Mary di Danimarca, la famiglia reale svedese al completo, re Carl Gustav,  Aloïs e Sophie del Liechtenstein, Guillaume di Lussemburgo, Haakon e Mette Marit di Norvegia, i principi di Abu Dhabi, del Qatar e del Bahrein, la giovane figlia del re di Thaïlandia, la principessa Lalla Meryem del Marocco, Edward et Sophie de Wessex.

Inoltre celebrità come, Naomi Campbell, Karl Lagerfeld, Inès di Fressange, Bernard Arnault, Andrea Bocelli. In totale 3500 invitati.

Ultimo aggiornamento 02 luglio 2011 ore 23,20

Tags:

Lascia una risposta