Sondaggi politici: chi vince e chi perde le elezioni oggi

8 ottobre 2014 14:290 commentiDi:

urne_elezioni

Chi vincerebbe le elezioni se gli italiani fossero chiamati alle urne proprio in questi giorni? A distanza di alcuni mesi dal primo insediamento del governo Renzi, vediamo che cosa dicono gli ultimi sondaggi politici realizzati. Secondo le ultime rilevazioni, negli giorni scorsi la fiducia nel governo Renzi è decisamente aumentata. Si è passati, infatti, da una percentuale del 47 per cento ad una del 48, mentre va a gonfie vele anche la fiducia personale che gli italiani ripongono nella figura del premier, il quale raccoglie il 49 per cento delle preferenze, da un precedente 48. 

Renzi da Assisi cita San Francesco a parla di riforme

Decisamente favorevole, quindi, in generale, l’opinione pubblica nei confronti del PD, che sfrutta l’onda lunga di un complesso movimento di riforma messo in atto da alcuni mesi e l’attivismo dell’intera squadra di governo. Per le altre forze politiche, invece, si assiste a risultati più stabili nel tempo. Almeno per quanto riguarda le rilevazioni che escono da un recente sondaggio sulle intenzioni di voto realizzato da Ixé per Agorà – Rai3.

Italy is back, Renzi spiega le riforme alla City

 

Ultimi sondaggi elettorali: il Movimento 5 Stelle tiene la posizione

Buona parte dell’opinione pubblica italiana, ad esempio, circa il 21 per cento, sta con Grillo e il Movimento 5 Stelle, in crescita nell’ultimo periodo, mentre restano più stabili le figure di Berlusconi, con un 16 per cento e Angelino Alfano, con un 13.

All’indomani del confronto tra il governo e i sindacati nell’Aula Verde di Palazzo Chigi, sui temi scottanti dell’articolo 18 e della contrattazione separata, va decisamente peggio ai sindacati, che riescono a portare a casa solo il 29 per cento delle preferenze. Come se non bastasse, solo il 28 per cento dei lavoratori italiani si sente effettivamente rappresentato dalle organizzazioni, mentre il 51 per cento dei nostri connazionali si riconosce in Renzi e nel suo spirito democratico.

 

Tags:

Lascia una risposta