Buffer

Spesometro 2012

22 dicembre 2011 11:540 commenti

L’Agenzia delle Entrate ha reso noto che è stato prorogato il termine ultimo della scadenza dello spesometro, elemento necessario per valutare la reale capacità contributiva della persona fisica.

Slitta infatti al 31 gennaio 2012 il termine utile per la presentazione della comunicazione telematica delle operazioni rilevanti per l’Iva di importo non inferiore ai 25mila euro. Il provvedimento direttoriale, pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate, ha anche prorogato il vecchio termine del 31 dicembre 2011 che ora, considerata la data visto che cade di sabato, slitta a lunedì 2 gennaio 2012.

Entro il 2 vanno dunque segnalate al Fisco tutte le operazioni riferite al periodo d’imposta 2010, come previsto dal decreto legge 78/2010. Ufficialmente l’Agenzia ha reso noto che la proroga del termine della comunicazione è stata indispensabile per poter consentire di effettuare i nuovi adeguamenti di carattere tecnologico.

Ma è pur vero che nei giorni scorsi molti operatori titolari di partita iva avevano riscontrato non poche difficoltà soprattutto in merito a quanto doveva essere o meno segnalato.

Tra l’altro, in un documento dell’11 ottobre scorso (reso noto lo scorso 24 ottobre), le Entrate avevano introdotto il concetto di collegamento per identificare le operazioni da segnalare ai fini dello spesometro.

L’elemento essenziale era dato dalla fattura e dal suo importo, documento che rappresenta l’operazione oggetto di comunicazione. Stessa procedura anche per le fatture riepilogative di più operazioni anche se risultano diverse e non collegate: l’obbligo di comunicazione dipende sempre dall’ammontare della fattura che dovrà essere segnalata per il totale. Al di là di ciò l’accusa maggiore consiste nella reale mancanza di un software adeguato che possa raccogliere correttamente tutti i dati in modo preciso e definitivo.

Tags:

Lascia una risposta