Stop circolazione veicoli inquinanti a Roma dal 1 novembre

29 ottobre 2012 10:490 commenti

Scatta il 1 novembre il divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti all’interno dell’anello ferroviario (qui la mappa) della città di Roma.

Non potranno circolare gli autoveicoli a benzina Euro 1, autoveicoli  diesel Euro 2, ciclomotori e motoveicoli Euro 1, a 2-3-4 ruote, con motore a 2 e a 4 tempi. Il blocco effettivo entrerà in vigore a partire da venerdì 2 novembre visto che il divieto non è valido per i giorni festivi.

Le categorie indicate si aggiungono a quelle per cui era già in vigore il divieto di accesso (auto a benzina euro 0, diesel euro 0 e 1, ciclomotori e motoveicoli a 2-3-4 ruote a 2 e 4 tempi euro 0, tricicli e quadricicli diesel euro 1) e sono le stesse categorie per cui scatta il divieto nella fascia verde quando si superano i limiti di inquinamento stabiliti.


Il divieto di accesso sarà valido dal lunedì al venerdì, eccezion fatta per i giorni festivi infrasettimanali (come il 1 novembre ad esempio).

Secondo le stime dell’Aci il blocco interesserà 264.700 mezzi di locomozione. Che cosa potranno fare i cittadini allora? Avranno due possibilità e cioè rottamarli o riconvertirli. I trasgressori saranno puniti con una sanzione stabilita dal Codice della Strada art. 7 comma 13-bis pari a 155 euro e con segnalazione sulla patente. In caso di recidiva entro due anni, scatta anche la sanzione accessoria con sospensione di patente da 15 a 30 giorni.

Per capire che cosa che fine concreta dovrà fare il proprio mezzo di locomozione è possibile usufruire della procedura di rottamazione offerta dal Campidoglio. Per conoscere l’indirizzo dello sfascio pià vicino alla propria zona è necessario contattare il numero 060606: si pagheranno 36,88 euro esibendo il certificato di proprietà, 51,30 euro con altri documenti.

I possessori dei vecchi veicoli che risiedono all’interno dell’anello ferroviario  di Roma avranno però un anno di tempo per adeguarsi e quindi potranno circolare in deroga sempre fino al 1 novembre del 2013 quando la deroga scadrà definitivamente.






Tags:

Lascia una risposta