Home / News / Strage a Kabul uccisi sei parà Italiani

Strage a Kabul uccisi sei parà Italiani

parà mortiA Kabul è stata fatta esplodere un’autobomba nel momento in cui transitava un convoglio militare, 6 parà   italiani sono morti e altri quattro sono rimasti feriti, inoltre l’attentato ha causato la morte di quindici afgani civili.

L’atto carnefice è avvenuto per mani dei talebani che l’hanno subito rivendicato; alle ore 9,30 italiane, un kamikaze si è fatto esplodere a bordo di un auto imbottita di esplosivo lanciandosi contro il primo veicolo militare.

 

I parà rimasti uccisi sono tutti giovani parà appartenenti alla Folgore:

 

  •         Tenente Antonio Fortunato di 35 anni  lucano, lascia la moglie e un figlio di 7 anni;  
  •         Sergente Maggiore Roberto Valente napoletano, 37 ann, lascia la moglie e un figlio;
  •         Caporalmaggiore Matteo Mureddu sardo, 26 anni, doveva contrarre matrimonio
  •         nel  prossimo mese di giugno;
  •         Giandomenico Pistonami Viterbese, 26 anni, si era salvato al precedente attentato;
  •         Massimiliano Randino salernitano,  32 anni, lascia la moglie;
  •         Davide Ricchiuto pugliese, 26 anni, per un lavoro sicuro aveva scelto di fare il militare.

Le salme dei sei giovani paracadutisti dovrebbero rientrare in Italia nella giornata di sabato, i funerali di Stato forse verranno celebrati lunedì.

Loading...